L’abbinamento Cibo-Vino di Pasquale #9
569
post-template-default,single,single-post,postid-569,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

L’abbinamento Cibo-Vino di Pasquale #9

Con il caldo che ci aggredisce, fuggiamo in Trentino per riempire il nostro calice di questa settimana in una Tenuta Maso Corno che ha moltissimo da raccontarci…

Nel piatto adagiamo dolcemente un trancio di ombrina, cotta dalla parte della pelle per aumentarne la croccantezza e per donargli le note fumé che meglio la valorizzano.

Così, tra mare e Trentino, ci apprestiamo a rinfrescare le nostre papille gustative con eleganza.

Il vino scelto è un rosso incredibile: il Pinot nero Santa Maria, Riserva 2012 della Tenuta Maso Corno.
Decisamente strutturato e con un corpo imponente, si abbina perfettamente all’ombrina grazie alla sua complessità eterea e ai suoi sentori fruttati.
Al naso ci lasciamo sorprendere dal profumo di un fine bouquet, che ne conferma l’eleganza già riscontrata nel suo colore rosso rubino.

Un connubio che vede lontani geograficamente i due elementi, ma capace di creare una splendida atmosfera tra mare e montagna.

Vai alla HOME